Un oggetto e i suoi segreti

I coach sono imponenti veicoli del XVII secolo guidati da cocchieri. Nel XIX secolo diventano vetture private che i giovani dell’aristocrazia inglese, membri di club molto esclusivi, si vantano di guidare da soli nonostante la difficoltà di gestire quattro cavalli alla volta.  Qui, appoggiati su una coperta per cavalli, i finimenti equestri creano una rigorosa geometria animata da un intreccio di cinghie. L’universo equestre svela in questo carré l’estetica di metallo e pelle che lo contraddistingue: briglie, morsi e filetti si prestano all’esercizio. Riproposto come bandana, questo classico equestre della Maison abbandona la policromia per dar spazio a una fantasia di pois, stelle e palmette.

Potrebbe anche interessarle