Hermès Éditeur

Hermès Éditeur

Che cos’è Hermès Éditeur?

Il carré Hermès è nato nel 1937, su impulso di Robert Dumas. Attratto dalle innovative tecniche di stampa tessile, egli si è presto appassionato alla creazione di disegni, alla ricerca costante di nuove composizioni e alle combinazioni infinite di colori. La sua ampiezza di vedute ha dato vita a stimolanti incontri, a fervidi scambi basati sulla stima reciproca, associando alla maison nomi del calibro di Cassandre, Ledoux, Linarès, Dufy… Dopo di lui, Jean-Louis Dumas ha aperto il carré sul mondo: Kermit Oliver, pittore amerindio, specialista di ritratti degli indiani d’America, la Polataka School in Sudan e molti altri ancora.

È su questo terreno fertile che, nel 2005, è nato Hermès Éditeur. «Ci tenevo molto», diceva allora Pierre-Alexis Dumas, direttore artistico di Hermès, «a prolungare questo ponte fra le arti applicate, che rappresentano il nostro ambito, e quello delle arti plastiche contemporanee. Come spesso accade nella nostra maison, la nascita dei progetti è indissociabile dagli incontri umani e dagli shock estetici. I progetti che gli artisti ci presentano sono per i nostri artigiani delle vere e proprie sfide, a prima vista insormontabili, ma il fatto di raccoglierle significa spostare i limiti del nostro savoir-faire».

Le edizioni

  • Josef Albers

    Per la sua prima edizione di opere d’arte su seta, Hermès ha immediatamente pensato a Josef Albers, uno dei grandi teorici del colore, e in particolare alla serie Homage to the Square. Così, 6 opere sono state selezionate e riprodotte su seta, in seguito sono state editate, ciascuna in 200 esemplari.

    Scopri

  • Daniel Buren

    Per la sua seconda edizione di opere d’arte su seta, Hermès ha invitato Daniel Buren, esponente di spicco dell’arte contemporanea, a dare il suo contributo all’emblematico carré. 
    Espressione di straordinaria rilevanza e di grande originalità, la sua proposta, intitolata Photos-souvenirs au carré, consiste nell’edizione di una serie di 365 pezzi unici.

    Scopri

  • Hiroshi Sugimoto

    Per la sua terza edizione, Hermès ha invitato l’artista giapponese Hiroshi Sugimoto. È nata così Couleurs de l’ombre: la trascrizione su seta di 20 polaroid che ha dato luogo a un’edizione limitata di 20 carré editati in 7 esemplari, ossia 140 carré di 140 cm x 140 cm.

    Scopri

  • Julio Le Parc

    Per la sua quarta edizione, Hermès ha invitato Julio Le Parc, esponente di spicco dell’arte cinetica e optical, ad appropriarsi dell’emblematico carré di seta. Autentico inno al colore, la sua proposta, intitolata Variations autour de La Longue Marche, ha dato luogo all’edizione di 10 serie di 6 carré in pezzi unici.

    Scopri

Crediti : 
Tadzio
Courtesy Rudy Burckhardt Estate and Tibor de Nagy Gallery, New York