Hermès Editeur Hiroshi Sugimoto

Hermès Éditeur
Hiroshi Sugimoto

Couleurs de l’ombre è un’edizione di 20 carré, ciascuno editato in 7 esemplari, ossia 140 carré.

L'artista

Nato a Tokyo nel 1948, Hiroshi Sugimoto si stabilisce negli Stati Uniti nel 1970 per studiare fotografia all’Art Center College of Design di Los Angeles. 
È in questa scuola che egli associa i grandi principi dell’arte concettuale a quelli del minimalismo, che non cessano di alimentare il rigore tecnico e intellettuale del suo lavoro. Le sue opere sono state esposte in tutto il mondo, in occasione di mostre personali o collettive. 

Il progetto

La prima collaborazione di Hermès con Hiroshi Sugimoto risale al 2003, con la mostra L’histoire de l’histoire nello spazio Forum del negozio Hermès di Ginza, a Tokyo. La ricerca di Hiroshi Sugimoto indaga incessantemente le risorse dei savoir-faire secolari per instaurare un dialogo creativo fra la storia, una tradizione, una pratica e un’espressione contemporanea che corrisponde pienamente alla filosofia di Hermès. 

Nel 2010, durante la visita di Pierre-Alexis Dumas, direttore artistico di Hermès, nell’atelier di Hiroshi Sugimoto a Tokyo, quest’ultimo gli ha rivelato il suo progetto Colors of Shadow. «Ne conservo una visione netta e precisa. Al centro di una grande stanza, in piena luce, si ergeva, dal pavimento al soffitto, una sorta di colonna, un prisma di cristallo di grande densità e di una lucentezza assoluta. Un dispositivo sperimentale d’osservazione che consente ai raggi del sole di far nascere ogni mattina, attraversando il prisma, un mondo di colori, proiettati come un’ombra sulle pareti bianche dell’atelier», racconta. 

Per una decina d’anni, Hiroshi Sugimoto ha fotografato metodicamente con un apparecchio polaroid, le sottili variazioni di questi sfumati, ogni volta differenti. Un’epifania cromatica che l’artista si è riproposto di fissare sul carré di seta Hermès.

Questo lavoro si ispira alle esperienze scientifiche sviluppate da Newton, poi da Goethe, sulle origini del colore, ossia la scomposizione della luce, il modo di captarla, e l’impatto emotivo dei colori sull’essere umano. Un fenomeno concreto, materializzato e sublimato da Hiroshi Sugimoto in un’infinità di immagini astratte. 20 polaroid sono state selezionate per essere trasferite su seta: un’edizione limitata di 20 carré editati in 7 esemplari, ossia 140 carré di 140 cm x 140 cm.

Questo formato gigante si è imposto per rivelare pienamente un simile impatto cromatico e fissare per sempre quest’opera, resa effimera dal suo supporto originale, la foto polaroid. Infine, una nuova sfida tecnica, uno degli obiettivi di partenza di Hermès Editeur: stampare a getto d’inchiostro su un twill di seta molto leggero questi sfumati sapienti e immateriali. Così è nato Couleurs de l’ombre.

I carré

20 carré editati in 7 esemplari.

Le edizioni

  • Josef Albers

    Per la sua prima edizione di opere d’arte su seta, Hermès ha immediatamente pensato a Josef Albers, uno dei grandi teorici del colore, e in particolare alla serie Homage to the Square. Così, 6 opere sono state selezionate e riprodotte su seta, in seguito sono state editate, ciascuna in 200 esemplari.

  • Daniel Buren

    Per la sua seconda edizione di opere d’arte su seta, Hermès ha invitato Daniel Buren, esponente di spicco dell’arte contemporanea, a dare il suo contributo all’emblematico carré. 
    Espressione di straordinaria rilevanza e di grande originalità, la sua proposta, intitolata Photos-souvenirs au carré, consiste nell’edizione di una serie di 365 pezzi unici.

  • Julio Le Parc

    Per la sua quarta edizione, Hermès ha invitato Julio Le Parc, esponente di spicco dell’arte cinetica e optical, ad appropriarsi dell’emblematico carré di seta. Autentico inno al colore, la sua proposta, intitolata Variations autour de La Longue Marche, ha dato luogo all’edizione di 10 serie di 6 carré in pezzi unici.

Crediti : 
Tadzio
Raphaël Serano