Elettricità francese “verde” | Hermes

IL PIANETA

Elettricità francese “verde”

Potenza dell’acqua, delle onde e delle maree, soffio del vento, energia del sole o della terra, biomassa proveniente dalle foreste, dall’agricoltura o dai vari tipi di rifiuti… Sono queste le inesauribili forze naturali su cui si basa la produzione della cosiddetta elettricità “verde”, che permette di ridurre le emissioni di gas ad effetto serra.
 
In Francia, nel 2018, le energie rinnovabili rappresentavano il 20% della produzione totale di elettricità. Per affrontare le sfide climatiche è necessario ampliare le capacità produttive affinché questa percentuale raggiunga il 40% nel 2030. In questa fase di transizione energetica, Hermès ha cercato la soluzione migliore per privilegiare l’elettricità verde per il suo consumo in Francia, seguendo senza indugio la via tracciata dall’accordo di Parigi di dicembre 2015. In quest’ottica, il gruppo ha scelto l’opzione 100% energia rinnovabile di EDF, che all’epoca era l’unica proposta di portata internazionale per le industrie.
Il contratto che lega Hermès a questa azienda veterana nel settore dell’elettricità permette di promuovere le energie rinnovabili nell’esagono, garantendo che l’elettricità consumata in Francia dai negozi, dai laboratori, dagli uffici e dagli altri impianti di Hermès, sia compensata da un uguale quantitativo di elettricità “verde” proveniente dalla Francia. Con questo tipo di contratto, EDF produce direttamente i chilowattora in base alla sua capacità a livello di energie rinnovabili (principalmente dalle centrali idroelettriche), oppure li acquista da produttori concorrenti sulla borsa elettrica francese Powernext. In questo secondo caso, il principio prevede di ricorrere a una forma di compensazione, con un meccanismo analogo a quello utilizzato per la riduzione delle emissioni di CO2. La garanzia di origine (GO) sulla provenienza della fornitura si ottiene per mezzo di certificati di origine trasmessi da EDF a Powernext, che svolge così un ruolo di organismo di certificazione. Grazie al numero di questa GO, Hermès può risalire allo stabilimento che ha prodotto l'elettricità: nella maggior parte dei casi si tratta di una centrale idroelettrica. In Francia l’energia idroelettrica rimane infatti la prima fonte di energia rinnovabile.

 

Scopri anche

  • Act4nature: agire per la biodiversità

    Con la diminuzione della diversità, sia sulla terra che negli oceani, il mondo vivente perde irrimediabilmente una parte di ricchezza e di colore. Specie e geni si estinguono per sempre. In Francia, 65 aziende tra cui Hermès, si attivano nell’ambito dell’iniziativa act4nature. 
     
  • Africa-twix, per difendere le specie protette

    Con il supporto della Fondation d’entreprise Hermès, cinque paesi collaborano al programma Traffic dell’ONG WWF per la lotta contro il traffico di specie selvatiche protette del bacino del Congo.
     
  • Riciclo ed energia sulla scia dei profumi

    Tutti i profumi della maison sono fabbricati a Le Vaudreuil, in Normandia. La manifattura ospita anche una biblioteca olfattiva ed è particolarmente attenta alla propria impronta ambientale.
     

La nostra impronta su...

  • Les femmes et les hommes

    Hermès impiega 13.500 uomini e donne, 4.500 dei quali artigiani, la professione più rappresentata nella maison. Questo paese della manualità si trasforma e si amplia costantemente. Formare, trasmettere, sviluppare, garantire benessere, salute, solidarietà... La nostra ambizione è quella di sostenere la piena realizzazione di ogni individuo.
  • The Planet

    Hermès si impegna a sublimare, con una ventina di professioni, i più bei materiali offerti dalla natura. Pelle, seta, stoffe, legno, cristallo, metalli preziosi: ogni materiale viene rispettato dai gesti sapienti dei nostri artigiani. Preservare, ottimizzare, rivalorizzare, tracciare... Abbiamo il dovere di utilizzare queste risorse in modo sostenibile.
  • The communities

    Hermès possiede 41 manifatture in Francia, su un totale di 52, e annovera più di 300 negozi in tutto il mondo. La prossimità con i fornitori, i partner e i territori si coltiva sul campo. Fertilizzare, tessere reti, rinnovare, impegnarsi... Il nostro ruolo di azienda impegnata nella collettività consiste nel creare legami sostenibili.