Un oggetto e i suoi segreti

Collaboratore del Museo nazionale di storia naturale di Parigi, Robert Dallet non aveva rivali nell’esaltare, in una costante tensione al realismo, l’impareggiabile manto, la forza dei tratti e la potenza dei corpi felini. Illustrò per noi una pagina d’amore. Un breve e intenso intermezzo durante il quale questi due animali solitari si uniscono per dare la vita. Tra qualche mese, due leopardi, forse tre, nasceranno nell’incavo di un albero o di una roccia. Ma per il momento, i futuri genitori si osservano, si giudicano, si esaminano, in un rituale di corteggiamento condotto sotto lo sguardo curioso e divertito degli abitanti più fragili della giungla. Li sorvola il pigliamosche del paradiso, probabilmente un po’ troppo vicino, approfittando dell’attenzione che prestano l’uno all’altra. Più cauti, i suoi vicini rimangono nascosti nel fogliame, tra le fragili e profumate orchidee: il galago con i suoi occhi perennemente sorpresi, le farfalle dai nomi strani, Cymothoe o Piccola Monarca, e uccelli multicolori. Il gruccione, grande cacciatore di vespe, i Souimanga dalle piume lucenti, amanti dei nettari delle piante, e quei piccoli pappagallini chiamati a giusto titolo inseparabili, che vivono sempre in coppia, stretti insieme come bambini freddolosi.

Potrebbe anche interessarle