Un oggetto e i suoi segreti

Uomo di lettere del XX secolo, Roger Caillois si appassiona ben presto alle “pietre insolite, che attraggono l’attenzione per qualche anomalia della forma”. Agate, diaspri e piriti sono altrettanti frammenti dell’universo, tracciano nella nostra immaginazione delle analogie con il mondo vegetale e animale ma anche con quello dell’uomo. Si pensi alle cosiddette pietre dei sogni (mengshi), queste lastre di roccia all’interno delle quali si può scorgere ogni sorta di paesaggio, burroni e stagni, scarpate e argini. Claudia Stuhlhofer-Mayr ci offre una ricca composizione di minerali i cui cuori rivelano, al limitare del sogno, delle forme embrionali. Fuoco centrale di questa composizione: Pegaso, simbolo d’ispirazione poetica.

Potrebbe anche interessarle

Continui ad esplorare