Un oggetto e i suoi segreti

Creatore di intramontabili classici della Maison quali il celebre disegno “Brides de Gala”, Hugo Grygkar immagina questo carré nel 1946. Un ex-libris è il segno distintivo che un bibliofilo sceglie al fine di personalizzare i suoi libri. Nel 1923, con tale scopo, Émile-Maurice Hermès sceglie un’opera di Alfred de Dreux (1810-1860) che aveva nella sua collezione: “Duc attelé, groom à l'attente”, che sovrappone alle sue iniziali, EMH. Sui due lati un caduceo, bastone sacro del dio greco Ermes, simboleggia la pace e le transazioni commerciali. Il disegno diventa l’emblema della Maison. Attorno al medaglione, le quattro eleganti carrozze sono ispirate a disegni d’epoca custoditi nella collezione Émile Hermès.

Potrebbe anche interessarle